Posts tagged CSKA Mosca

12° Puntata de L’Angolo di ALE & PASQUI

Immagine

In questa 12^ puntata speciale MERCATO e NAZIONALE!

Parleremo dei primi colpi di Mercato della Serie A e sui Rumors analizzandone i più importanti.

Poi, dal minuto 18′ prima riflessione sulla Nazionale, i giocatori convocati per le visite mediche e i possibili scenari su probabili tagli futuri e scelte di Pianigiani.

Clicca qui per la puntata su Youtube

Clicca qui per il download

Annunci

Leave a comment »

7° puntata de L’Angolo di Ale & Pasqui

foto

In questa settima puntata vi parleremo dei premi individuali di campionato assegnati dalla lega, poi riepilogo dei risultati dell’ultima giornata e analisi playoff.

Proseguiamo con i Quintetti Top & Flop della giornata e per questa puntata anche 1° e 2° Quintetto dell’anno.

Concludiamo la puntata con le critiche nostre ai premi individuali assegnati dall’Euroleaga e analisi/pronostici sulle Final Four di Londra di Eurolega.

Specialmente per questa puntata PRONOSTICONI su Playoff Serie A e Final Four Euroleague solo su Facebook!!

Nel dettaglio minuto per minuto:

  • Premi individuali Legabasket dal secondo 30′

  • Risultati Serie A dal minuto 5.10

  • Analisi Playoff al minuto 13.20

  • Quintetto Top & Quintetto Flop dal minuto 22.30

  • 1° e 2° Quintetto dell’anno dal minuto 27.20

  • Eurolega dal minuto 38′

Clicca qui per ascoltare il podcast

Clicca qui per la puntata su Youtube

Leave a comment »

Eurolega, Siena resta prima Milano batte pure il Cska

La Montepaschi passa 61-70 in Francia. Partenza lenta, per i toscani, poi crescono Lavrinovic e McCalebb. Sfida equilibrata per l’Armani che soffre per le assenze e vince in casa per la prima volta grazie alla lucidità nel finale di Jaaber, Mancinelli e Finley

Buon finale per McCalebb. Ciam/Cast
Buon finale per McCalebb

Due italiane impegnate stasera nel 6° turno della fase a gironi di Eurolega. E importanti successi sia per Siena (gruppo C), in Francia, sia per Milano in casa (gruppo D).

Cholet Basket-Montepaschi Siena 61-70

Siena mantiene la vetta del girone, ancora a pari punti col Fenerbahce, raccogliendo a Cholet la seconda vittoria esterna della sua stagione europea. Dopo tre quarti spesi all’inseguimento, il sorpasso senese arriva deciso quando nel quarto periodo sale di tono in attacco la coppia McCalebb-Lavrinovic, nel giorno in cui ai campioni d’Italia mancava Shaun Stonerook per una distorsione alla caviglia dell’ultim’ora. Contro l’atletismo transalpino la Montepaschi mette da subito in campo una difesa efficace in area, dove costringe lo Cholet a tanti errori. Il problema è che sotto i tabelloni poi i senesi si fanno costantemente trovare scoperti e Robinson conquista 4 rimbalzi d’attacco in 6′, guidando il primo strappo casalingo fino al 18-12 a fine primo quarto. Riprendendo a rimbalzo più della metà dei tiri sbagliati, i francesi concretizzano poi dalla lunetta il maggior numero di possessi a disposizione, tentando la fuga sul 26-19 al 14′ e poi sul 34-27 al 18′, ripreso entrambe le volte da Carraretto, che si spende bene in difesa su Mejia. Con Michelori Siena ritrova equilibrio nella copertura dell’area e dando palla a Lavrinovic completa il suo 10-3 a cavallo del riposo pareggiando a quota 37 al 23′. Poi però va a sbattere con le penetrazioni di McCalebb e Kaukenas sul muro francese in area, vanificando l’inerzia a favore ed esponendosi sbilanciata al rilancio casalingo fino al 45-39 con Nelson. Siena rientra affidandosi ai “quattro piccoli”, mossa obbligata dopo il quarto fallo di Ress, ed è la chiave per impattare sul 45 pari a fine terzo periodo: quando McCalebb torna più ficcante in penetrazione e Lavrinovic è un porto sicuro in attacco, oltre a diventare un fattore a rimbalzo offensivo, la Montepaschi completa il suo 17-6 di parziale sul 51-56 a metà quarto periodo. Con questi ingredienti arriva anche il 55-64 a 1’48” dalla fine, che l’aggressività casalinga non riesce a ricucire.

Cholet: Robinson 15, Mejia 14, Marquis 10
Siena: Lavrinovic 23, McCalebb 14, Kaukenas 8

Armani Jeans Milano-Cska Mosca 71-65

Ibrahim Jaaber e Stefano Mancinelli si caricano in spalla un’Armani Jeans priva di due uomini fondamentali (e mezzo, calcolando le condizioni di Petravicius) come Maciulis e Pecherov e portano a casa un successo fondamentale contro il CSKA, andando 2-0 nel confronto diretto e finalmente sfatando il tabù Mediolanum Forum, dopo le sconfitte interne subite contro Lubiana e Panathinaikos. I primi minuti sono da incubio, però, per la squadra di Bucchi, che si ritrova sotto di 11 lunghezze dopo 8 minuti (5-16 dopo il tiro libero di Jamont Gordon), contro una formazione russa che sta cercando di recuperare giocatori e certezze dopo un inizio di Eurolega disarmante. Milano, però, rimane con la testa nella partita, e soprattutto trova l’impatto di Melli dalla panchina: per lui 4 punti e 7 rimbalzi nella sola prima metà di gara, ed è di grande utilità nella rimonta milanese nel secondo quarto (sorpasso con la tripla di Mordente dopo il rimbalzo offensivo di Melli, 24-23). Milano chiude avanti all’intervallo (31-28) nonostante delle percentuali orrende dal campo (9/29 complessivo), ma questo vuol dire che la base difensiva c’è, e le 12 perse del CSKA prima della pausa arrivano anche per questo. La seconda metà di gara è perennemente in equilibrio. I moscoviti provano a riprenderla in mano con 5 punti consecutivi di Smodis (57-61 al 37′), ma dopo essere stata tenuta su da Mancinelli (tutti i suoi punti arrivano negli ultimi due quarti) è la coppia Finley-Jaaber a vincerla. Ibby, soprattutto, si prende l’enorme responsabilità di prendere la tripla del nuovo sorpasso a 10.8 secondi dalla fine (67-64). Siskauskas fa 1/2 ai liberi e Hawkins va a rimbalzo e si guadagna i tiri liberi che danno a Milano due possessi di vantaggio. Finisce qua, e in questo momento, con la vittoria nonostante i tanti problemi fisici e il primato in campionato, l’AJ può davvero sorridere.

Milano: Jaaber 18, Mancinelli 15, Mordente 11.
Mosca: Gordon 16, Sokolov 11, Siskauskas e Holden 10.

tratto da Gazzetta.it

Leave a comment »

Eurolega, è super Armani Siena vince sul velluto

Prima giornata: Milano passa 88-73 a casa del Cska Mosca. In evidenza Pecherov (23 punti) e Finley. La Montepaschi dilaga in casa (76-44) contro i francesi dello Cholet con una grande ripresa. Bene Carraretto, 13 punti

Mason Rocca lotta coi lunghi del Cska Mosca. Ap

Milano domina il Cska Mosca per 40’ e vince 88-73 con una prestazione a tratti straordinaria la prima partita dell’Eurolega 2010-11. Ottimo avvio pure per Siena, che dilaga contro i francesi dello Cholet per 76-44.

Cska Mosca-Armani Jeans Milano 73-88

Milano vince a Mosca 88-73 con una prova a tratti sontuosa. Se i russi sono tornati solo lunedì dalla vittoriosa tournée americana e sono privi di Khryapa, Milano non ha Petravicius e ha combattuto due giorni con il traffico di Mosca (la mattina non si è allenata). Ma trova una fantastica staffetta lunga 40’ che parte con Mancinelli, passa a Finley e si chiude con Rocca mentre in attacco Pecherov c’è sempre e distrugge con 5/7 nelle triple (l’AJ chiude con 14/26) la difesa prima molle poi sempre più attenta dell’Armata Rossa. Vorontsevic lo fa strano, tempo di mettere il 2.22 Marjanovic su Mancinelli, e Mancio segna due triple. Cambio di marcatura, trepunti di Pecherov: partire con un 9-2 a Mosca è sempre un bell’andare. La difesa di Pech non è così brillante come l’attacco, il Cska sfoglia il suo catalogo di 2.15 e oltre, e tocca a Sokolov che con Shved riduce il gap (11-13). Ma l’AJ ha propone un mix micidiale e indifendibile: palle recuperate e triple. Mancio chiude il primo quarto con 11 punti e 2 recuperi, Jaaber è una minaccia costante per gli avversari con la palla. Che riescono a riemergere nel secondo quarto con un 7-0 (24-28). Ma hanno già perso 11 palloni senza averne portato via nemmeno uno a Milano che continua una show balistico fantastico: Finley, Maciulis e Pecherov (10 punti nei 4’ finali) producono un 24-5 che porta Milano sul +23 all’intervallo, con 9/13 da tre. Pech contribuisce con un 3/4 e 15 punti nei 15’ in campo.

missione compiuta — La pausa fa ragionare troppo l’AJ su quanto è forte, rientra producendo 4 errori al tiro (3 triple) e uno sfondamento e come sempre accade la difesa sbanda facendo entrare in partita Siskauskas. E’ 8-0 Cska (37-52), Maciulis ferma l’emorragia ma Mosca adesso difende. Milano capisce che è cominciata un’altra partita, quella dove ci vogliono Rocca e Jaaber, e invece di sparare da fuori penetra con Hawkins, silente fino a quel momento, e Mancio. I dividendi vengono pagati anche più tardi, con la nuova libertà dei tiratori da tre che Finley e Jaaber sfruttano per il nuovo +18 (48-66). Col quale Milano entra nell’ultimo quarto (54-72), che inizia male come il terzo (59-72) perché col Cska ora lotta anche Smodis e cresce Vorontsevich, ma prende quota con due mirabili canestri di Rocca, una rarità da 4 metri e una penetrazione su Marjanovic. Intanto, la pratica Pecherov resta insoluta per Vujosevic. Per due volte l’ucraino si trova in vantaggio oltre la linea da tre, per due volte ricaccia il Cska a -16, la seconda al 37’. Stavolta le ginocchia dell’Armata Rossa toccano il tappeto, Rocca le piega del tutto con l’ottavo suo punto dell’ultimo quarto. Strepitoso.

Mosca: Gordon 15, Sokolov 13, Vorontsevich 11
Milano: Pecherov 23, Finley 15, Mancinelli 13.

Montepaschi Siena-Cholet 76-44

McCalebb, playmaker della Montepaschi Siena. Ciam-Cast
McCalebb, playmaker della Montepaschi Siena

L’Eurolega di Siena comincia con un successo larghissimo nel punteggio, maturato in realtà in un secondo tempo a senso unico. È la risposta della Montepaschi a un secondo quarto che era stato di difficoltà offensiva, nel giorno in cui l’mvp si chiama Marco Carraretto. Ma anche Moss e McCalebb mettono la loro impronta da subito alla gara con la loro energia, che vale il 16-4 già al 5′ coi tiri piazzati dell’ala e le penetrazioni del play che portano sempre qualcosa di buono.

nessuna difficoltà — Lo Cholet non mette in difficoltà Siena quando domina a rimbalzo d’attacco (7 nel primo quarto), perché comunque sbaglia troppo al tiro (5/18 fin lì). Ci riesce piuttosto con la zona, che toglie prima fluidità e poi fiducia alla Montepaschi. In dieci minuti Siena segna 6 punti, dal 22-10 all’8′ resta a digiuno per quasi 7′: l’11-0 francese a inizio secondo quarto, quando in campo ci sono le seconde linee toscane, è il preludio del 26 pari al 16′. A +5 al riposo grazie a una tripla di Carraretto, vera certezza del primo tempo, Siena torna dagli spogliatoi con ben altro ardore, stavolta anche con Rakovic, ben più a suo agio contro Marquis: con un 9-0 Siena allunga di nuovo sul 46-34 a metà terzo quarto. È l’inizio della fine per i francesi: la Montepaschi è ormai in piena fiducia, entra sul +15 nel quarto periodo e lo apre volando 60-40 al 33′ con l’mvp Carraretto, e festeggiando anche il primo canestro di Hairston – all’esordio assoluto – sul 71-42 a tre minuti dalla fine, toccando infine anche il +32.

Siena: Carraretto 13, Lavrinovic 13, McCalebb 12, Moss 10
Cholet: Robinson 9, Mejia 8, Causeur 8

tratto da Gazzetta.it

Leave a comment »