Posts tagged Pepsi Caserta

4° puntata de L’Angolo di Ale & Pasqui

In questa puntata vi parleremo della quart’ultima giornata di campionato con riepilogo dei risultati, classifica, commenti alle singole partite, previsioni per il finale di stagione e primi verdetti della serie A.

Proseguiamo con la nuova formula per i Top & Flop con quintetto top & quintetto flop più sesto uomo.

Concludiamo la puntata con un’analisi sulle prime 2 sfide di Final Eight di Eurolega e pronostici in attesa di gara 3 e gara 4.

Nel dettaglio minuto per minuto:

  • Risultati Serie A dal secondo 30′

  • Classifica al minuto 28.20′

  • Prossimo Turno al minuto 29.40′

  • Quintetto Top & Quintetto Flop dal minuto 30.45′

  • Eurolega dal minuto 38.10′

Clicca qui per ascoltare il podcast

Clicca qui per il download

Annunci

Leave a comment »

Finisce il sogno europeo per la Juvecaserta

Nonostante un secondo tempo quasi perfetto la Pepsi Caserta perde 79-77 sul campo dell’Unics Kazan e saluta l’ Eurocup. Le squadre partono entrambe con gli stessi quintetti dell’andata: i russi partono con Popovic, Pashutin, McCarthy, Vereemenko e Lampe; la Pepsi va con Di Bella, Bowers, Ere, Jones e Williams. L’inizio non è quello giusto per la Juvecaserta, che nonostante una discreta organizzazione offensiva (si cerca molto il post basso di Williams e Jones), non mette l’intensità necessaria per stare in partita. Popovic e Lampe con il pick n’ pop fanno malissimo alla Pepsi(rispettivamente 6 e 11 punti nei primi dieci minuti) e, nonostante il timeout di Sacripanti al 4′, l’ Unics scappa sul +9: il primo quarto finisce 26-17. Cambia poco nel secondo quarto, anzi l’ Unics prova ad allungare toccando varie volte il +15; ci si mette anche il terzo fallo di Williams ad aggravare la situazione dei casertani, che non sembrano in partita. Nell’ultimo paio di minuti gli ospiti si mettono a zona 2-3 e riescono a imbrigliare le trame offensive del Kazan, racimolando qualche punticino e portandosi a fine primo tempo sul 46-35. La faccia è quella giusta per i giocatori casertani a inizio terzo quarto: la Pepsi fa 8 a 2 in un solo minuto e va sul -5 (48-43), costringendo coach Pashutin al timeout. Si vedono gli accorgimenti difensivi della Pepsi, che riesce a contenere benissimo il pick n’ roll e la circolazione di palla degli avversari; sull’altra metà campo Jones si prende le sue responsabilità dopo un primo tempo opaco ed è pareggio a 57 al 27′. L’unica macchia nel terzo quarto dei casertani è la situazione falli: Williams e Di Bella commettono entrambi il loro quarto fallo. Lampe (mvp del match con 31 punti e 16 rimbalzi) fa 4 punti consecutivi nell’ultimo minuto e si va al quarto periodo sul 63-59 Unics. C’è grande equilibrio e Caserta ci crede: primo vantaggio al 36′ sul 71-72. Gli ospiti toccano anche il +3 e Kazan inizia a sentire la pressione; il quinto fallo di Williams e qualche errore di troppo in attacco però non permettono alla Pepsi di compiere il miracolo. La partita si chiude sul 79-77 per i padroni di casa che quindi accedono alle Final Four di Eurocup. Onore comunque alla Juvecaserta che esce a testa altissima dalla competizione, giocando un gran secondo tempo e avendo anche un paio di possessi per il potenziale +6.

tratto da sportando.net

Leave a comment »

Caserta perde in casa con l’Unics Kazan

Pepsi Caserta – UICS Kazan 84 – 90 (18-22,44-46, 60-61)

Pepsi: Marzaioli ne, Koszarek8, Colussi 10, Di Bella 7, Bowers 6, Garri, Doornekamp, Ere 13, Martin ne, Williams 22, Jones 18. Allenatore: Sacripanti
Unics: Lyday 16, Popovic 11, Zamansky ne, Samoylenko 3, Pashutin 5, Veremeenko 30, Amhirkanov ne, Rivzic 6, McCarty 10, Minard, Lampe 9, Vranes ne. Allenatore:Pashutin

Cinque punti consecutivi di Colussi in apertura dell’ultimo quarto non sono bastati alla Juvecaserta per ribaltare il risultato: l’Unics si è aggiudicata la gara per 84-90. I russi hanno preso il largo nonostante un incontenibile Williams abbia cercato di ricucire il gap. L’Unics non ha perso la bussola e ha chiuso la contesa con uno strepitoso Veremeenko che ha fissato il punteggio su 84-90.

continua a leggere la cronaca qui

Leave a comment »

Cantù regola Caserta. Treviso, blitz a Pesaro

Anticipi di serie A: la Bennet batte la Pepsi 87-76 con sei uomini in doppia cifra. La Scavolini cede in casa alla Benetton, 65-71 ed esce dal campo fra i fischi

Brian Skinner, a duello contro Lydeka. Ciam-Cast
Brian Skinner, a duello contro Lydeka

Nei due anticipi del sabato della ventidiuesima giornata di serie A, Cantù supera Caserta 87-76 con una grande prova di squadra sottolineata dai sei uomini in doppia cifra (Micov 17, Mazzarino 14). Pesaro, invece deve cedere in casa a Treviso, 65-71: ottima la prova di Smith e Peric, per la squadra veneta, autori, rispettivamente di 18 e 12 punti.

Scavolini Pesaro-Benetton Treviso 65-71

La Benetton sbanca Pesaro e si prepara per i quarti di finale di Eurocup, da mercoledì. Una giornata stortissima per Hackett – ex di turno – e compagni, che non hanno regalato un compleanno felice allo sponsor-socio Sauro Bianchetti. C’ era da ritrovare il ritmo perso per la sosta, e non è bastata una partita intera. La Vuelle è uscita tra i fischi. All’Adriatic Arena c’erano numerosi osservatori Nba per Motiejunas e Melli: Loize Milosavljevic, Mark Crow e l’assistente general manager David Penaergraft degli Atlanta Hawks, il presidente Ernie Grunfeld degli Washington Wizard, Bryan Colangelo, g.m. dei Toronto Raptors. La Benetton è ancora senza Nicevic, risulta comunque più alta e atletica dell’avversaria. In campo però non ci si diverte: 6-6 dopo 6’, le due squadre spiccano per gli errori. Polveri bagnate per un primo quarto in tono minore. Pesaro tira 0/8 da tre nel primo quarto e perde Aleksandrov per infortunio alla caviglia, Treviso si ferma a 0/3. E’ l’ anti-spettacolo, la Benetton guida di misura: 15-22. Gui Diaz inventa qualche magata, la palla sotto non arriva, Alessandro Gentile è il migliore per gli ospiti. Smith sale in cattedra, per Almond sono “buu”. L’equilibrio si spezza nel quarto periodo, quando Treviso aggiusta la mira e si fa più reattiva. Devin Smith ha scaldato la mano (57-64 a 6’ dalla fine). L’attacco pesarese è statico e le forze vanno pian piano spegnendosi. C’è poca lucidità da parte dei locali, Peric la mette in più modi e la Benetton corona l’operazione-aggancio, con il 2-0 a favore negli scontri diretti. Non basta l’agonismo di Diaz, che sul -4 a 5” dalla doccia sbaglia una tripla con fallo subito annesso. Non è serata per i biancorossi.

Pesaro: Diaz 16, Collins e Cusin 12.
Treviso: Smith 16, Peric 12, Skinner e Brunner 10.

Mike Green, play di Cantù, contro Ebi Ere. Ciam-Cast
Mike Green, play di Cantù, contro Ebi Ere

Bennet Cantù-Pepsi Caserta 87-76

Con sei uomini in doppia cifra ed uno, Marconato, autore di un “filotto” (5/5) da due, la Bennet vince una gara difficile da pronosticare difensivamente alla vigilia. C’erano scelte importanti da prendere per gli uomini di Trinchieri. La marcatura sulla fisicità di Williams “Abbiamo cercato di aggirare la montagna”, la difesa su Jones “Leunen è stato bravissimo. Mi chiedo cosa avrebbe fatto Jones se Marteen (8 rimbalzi) non avesse difeso in quel modo”, la difesa su Di Bella “Dove siamo stati e bravi e intelligenti nel difendere e isolarlo dal resto della squadra”. Spiega così il coach canturino un successo che “mette dietro Caserta nel confronto diretto”. Dimentica, il condottiero canturino, la perfetta percentuale al tiro da tre punti nel secondo quarto (4/4) della sua Bennet e la disponibilità al sacrificio per la squadra del meno visibile ma indispensabile Micov (29 val.). Per la Pepsi, capace sì di rientrare in partita ogniqualvolta la Bennet ha provato a mettere la mani sulla gara, una prestazione in chiaro-scuro con la panchina. “Avevamo sia Koszarek che Martin sotto antibiotico” è la spiegazione di Sacripanti a fine gara – in grado di realizzare solo 5 punti (21 Cantù). E’ stato questo con ogni probabilità l’elemento determinante per l’esito della gara perchè Caserta (62-62 al 29′), nell’ultimo quarto è arrivata senza più energie cedendo di schianto sotto i colpi di Ortner, Mazzarino (2000 punti in A) e Green.

Cantù: Micov 17, Mazzarino 14, Leunen 13
Caserta: Jones 19, Ere 17, Williams 16.

tratto da gazzetta.it

Leave a comment »

Caserta vince 88-80 in casa contro Nymburk e passa come seconda

Pepsi Caserta – Cez Nymburk 88 – 80 (24-24, 51-38, 64-67)

Pepsi: Marzaioli, Colussi 13, Koszarek 11, Di Bella 12, Bowers 6, Garri 2, Cefarelli ne, Doornekamp 7, Ere 15, Martin 7, Williams 11, Jones 4. Allenatore: Sacripanti

Cez: Benda 6, Sokolovsky 10, Chan, Kremen, Nissim 22, Christmas 14, Necas 10, Simmons 8, Slezak 8, Stimac 2, Lenzly. Allenatore: Ginzburg
Arbitri: Cmikiewicz (Polonia), Lovsyn (Slovenia), Lopes (Portogallo)

Pepsi: tiri da 2 25/46 (54%), da 3 6/17 (35%), liberi 20/24 (83%), rimbalzi 36 (di cui 10 offensivi)
Cez: tiri da 2 21/40 (52%), da 3 9/23 (39%), liberi 11/11 (100%), rimbalzi 32 (di cui 7 offensivi)

leggi la cronaca qui

Leave a comment »

Pepsi Caserta vittoria da infarto: Galatasaray al tappeto

Esordio nella seconda fase di Eurocup vietato ai deboli di cuore, è il caso di dirlo. La Juvecaserta gioca tre quarti praticamente dominando i turchi del Galatasaray che piazzano un terrificante parziale di 19-5 nell’ultimo periodo prima dei fuochi d’artificio dell’ultimo minuto dove succede praticamente di tutto. La faticosa rimonta bianconera, la palla della vittoria persa da Bowers, Açik che trema in lunetta e Jones (partita sontuosa) glaciale a mandare tutti al supplementare. Nell’overtime non c’è storia, la Juve non spreca la seconda chance dopo aver compiuto una grande impresa. Esulta il Palamaggiò, tornato abbastanza gremito rispetto alle abitudini di coppa. Esulta anche Caputo, lui pure tornato a vedere la ‘sua’ creatura dopo diverso tempo di assenza. Ere chiude con 19 punti, Jones 18. Fra i turchi da segnalare le prove di Johnson e Andric che hanno messo a tratti sono stati vere spine nel fianco.

clicca qui per vedere il tabellino dell’incontro

Primo quarto

Il primo canestro della Pepsi è una tripla di Ere e di solito è segno di una grande serata… Un bellissimo fade away di Bowers e una schiacciata di Williams danno il 9-6 alla Pepsi mentre Jones si esibisce in una gran stoppata su Terry Johnson. Kuqo, in teoria un centro, punisce anche con la tripla la Pepsi che comunque è sempre avanti. Quattro liberi di Williams e Doornekamp portano i bianconeri 15-11. Il quarto si chiude con la tripla di Bowers dall’angolo, altro buon segno. Galatasaray deficitario in attacco, sotto 18-13.

Secondo quarto

Una fase di distrazione della Juve, e in particolare di Garri, costa il break che porta i turchi al pareggio su quota 20 con Shipp e Shumpert. Caserta si blocca letteralmente perdendo fluidità offensiva, 4 punti in 6 minuti del secondo quarto fino alla tripla del solito Jones. Una gestione delle rotazioni non ottimale di Sacripanti, visto lo spaesamento di Garri, Doornekamp, Koszarek e Martin. Di Bella trova il ferro amico in una scorribanda delle sue, poi Jones pennella un altro arresto e tiro ed Ere chiude in contropiede il parziale. 31-24, timeout Istanbul. Ritorno dalla sospensione sontuoso con Ere che manda al bar l’avversario e spara la tripla del +10. Si gasa anche Bowers che ormai ha preso fiducia dalla lunga distanza, 5/10 il totale di squadra. Un tiro libero di Shumpert manda tutti all’intervallo, Caserta in controllo: 37-27.

Terzo quarto

Non si segna per due-tre minuti, ci pensa super Jones con un’altra tripla dall’angolo (40-27). Di Bella trova un’autostrada fino al ferro e JJ si esalta con un’altra bomba salvo esagerare sul possesso successivo ma ci sta sul +13. Ormai la Pepsi è calda e partecipa anche Ere allo show di triple, ma Rochestie non ci sta e firma il meno 9. Il Galatasaray si mette a zona e recupera subito due palloni ma non ne approfitta. Colussi in corsa mette i suoi primi 2. Jones è ormai in trance, 4/5 da tre per il numero 33. Non basta a domare i turchi che con Johnson tengono il divario sul meno 9 (57-48).

Ultimo quarto

Chirirgici gli ospiti che in avvio di ultimo parziale partono sparati e pizzano un 6-0 con Johnson, Kuqo e Rochestie. Timeout di Sacripanti che con i panchinari va decisamente sotto. Tornano i titolari e Williams mette subito due punti in post. Shumpert, Andric e Johnson con la tripla completano la rimonta e danno il primo vantaggio agli ospiti: 60-59. Il Galatasaray ha inserito le marce alte al momento giusto, un po’ ingenua Caserta. Di Bella guadagna a fatica i due liberi del nuovo vantaggio. Andric in tap-in approfitta delle attenzioni attirate da Johnson, una furia in penetrazione. La tripla di Jones entra ed esce e lo stesso Andric segna ancora col fallo il +4 per i giallorossi a tre minuti dalla fine. Momento difficile per la Pepsi. Di Bella non tiene mai il playmaker avversario, Ere e Jones sparano due triple insensate che il ferro non accoglie. Meno 5, timeout, 1 minuto e 18 secondi. Parziale quarto periodo: 19-5 Galatasaray. Ennesimo canestro in tap-in di Andric, Di Bella trova la tripla miracolosa del meno 2. La Juve difende bene e va in attacco ma Bowers viene raddoppiato e si fa strappare una palla sanguinosa. Açik va in lunetta coi liberi della sicurezza ma fa un 0/2 clamoroso!! Con 5 secondi da giocare Jones si lancia in attacco e lo stesso Açik commette un fallo molto ingenuo che manda in lunetta JJ. I liberi con la tensione alle stelle ma Jumaine è di ghiaccio. Supplementare, 69 pari! Coronarie a rischio.

 

Supplementare

Comincia bene Bowers con canestro in post, Jones sbaglia la tripla mentre tutti trattengono il fiato. Andric punisce ancora coi suoi centimentri e pareggia. Di Bella sfiora canestro e fallo ma segna i liberi (73-71). Shumpert fallisce il tiro ed Ebi capitalizza dalla lunetta il +4. Bowers inventa un assist per Doornekamp che allunga a 6 il vantaggio. Ere non segna la tripla, Jones prende il rimbalzo, Dibo non va a punti e poi esce per 5 falli. Doornekamp ancora ferro da tre, si soffre nell’ultimo minuto ma in due possessi consecutivi il Galatasaray è ben chiuso. Ere mette al sicuro la vittoria dalla linea della carità. Una vittoria stupenda: 81-76 il finale per la Juvecaserta.

Leave a comment »

Eurocup: questa sera il via alle Last 16

Oggi iniziano le Last 16 di Eurocup, divise in quattro gironi da quattro, con le prime due che passano ai quarti di finale. Eliminata Cantu, per l’Italia restano Treviso (debutta Skinner) e Caserta.
Girone K: Estudiantes Madrid-Nymburk; Pepsi Caserta-Galatasaary Istanbul (ore 20.30).

Girone L:
Panellinios Atene-Siviglia; Benetton Treviso-Alba Berlino (ore 20.45).

Leave a comment »