Archive for giugno, 2010

Cerimonia di chiusura dell’anno per Pordenone

foto realizzata da Gigi Cozzarin

Si è svolta ieri presso L’Hotel Villa Policreti di Castel d’Aviano la cerimonia di chiusura dell’anno cestistico 2009/2010. L’articolo sulla serata uscirà nel prossimo numero de “Il Popolo” sabato 3 luglio.

per vedere le foto della serata clicca qui

Annunci

Leave a comment »

La situazione alla Vanoli Cremona

Flavio Portaluppi

Flavio Portaluppi da domani sarà il nuovo Team Manager della Vanoli Cremona che in queste ore sta anche sistemando l’assetto societario e lo staff tecnico. Non ci sarà più come d.s. Abbiati sostituito da Bertolazzi persona vicina al vice-presidente Aldo Vanoli.

Per quanto riguardano le trattative con i giocatori, in scadenza c’è il contratto con il capitano Marco Cusin che potrebbe rimanere ancora un anno a Cremona, in forse è la permanenza di Troy Bell, mentre sicuramente ci sarà ancora un posto in squadra per E.J.Rowland. Il nuovo coach Tomo Mahoric ha chiesto un buon cambio per il play titolare.

Marco Cusin

Rudy Valenti non verrà reintegrato e probabilmente resterà ancora un anno a Casalpusterlengo nonostante abbia diverse richieste sempre dalla Legadue

Anche per il secondo sponsor sembra cosa fatta, dovrebbe essere l’azienda petrolifera Tamoil, quindi, un gradito ritorno visto che la stessa azienda, in passato, aveva già il proprio marchio abbinato a Cremona.

Ma il mercato della formazione lombarda è in pieno fermento a caccia di americani e comunitari dalla stazza fisica predominante come piace al nuoco coach.

tratto da Pianeta Basket

Leave a comment »

Pierce e Nowitzky free agent!

Paul Pierce & Dirk Nowitzky

Paul Pierce e Dirk Nowitzky rinunciano al loro ultimo anno di contratto, rispettivamente con Boston Celtics e Dallas Mavericks, per diventare free agent. In questo modo, i 2 leader di entrambe le franchige, vanno a rimpinguare una già lunga lista di stelle free agent, da James a Wade, Boah, Stoudemire, Boozer, Johnson eccetera.

Arrivato alla sua terza stagione come General Manager dei Phoenix Suns, venne assunto nel 2007, Steve Kerr decide di abbandonare l’incarico quindi ritornerà ad occupare il ruolo dove ha trascorso quattro stagioni (dal 2004 al 2007) cioè dietro al bancone dell’emittente sportiva “TNT”.

Ieri, giunti all’ultimo giorno per farlo, la dirigenza dei New Jersey Nets ha detto addio al veterano Kenyon Dooling arrivato alla sua stagione numero 10 in carriera, venne scelto dagli Orlando Magic nel 2000, di cui due trascorse nello Stato Giardino. Il contratto di Dooling, in 130 partite con la divisa dei Nets una media di 8.6 punti e 3.1 assists, sarebbe dovuto scadere la prossima estate, ma allo stesso tempo dava la possibilità alla squadra di tagliarlo entro il 28 di Giugno.

Portland ha tagliato Ryan Gomes, scambiato nel giorno del draft per Martell Webster. Questa mossa serve per liberare spazio nella lussury tax.

Leave a comment »

Nba: news mercato

James Jones

I Miami Heat si stanno dando da fare in vista del mese di luglio. Per liberare spazio salariale e così rifirmare e Wade e firmare un altro big, gli Heat hanno rinunciato al contratto di James Jones.

Yi Janlian

I New Jersey Nets, mandano Yi Janlian ai Washington Wizards in cambio di Quinton Ross per liberare spazio salariale anche loro per puntare a LeBron.

Yao Ming

Infine Yao Ming ha deciso che rimarrà ancora un Rocket. Dopo gli infortuni che l’hanno tenuto lontano dal campo ora il cinese ha dichiarato che rientrerà al 100% fisicamente e che non vede l’ora di iniziare il campionato 2010/2011 con Houston.

Leave a comment »

Lega Basket: aggiornamenti sul mercato

Bulleri a Treviso, Amoroso a Bologna, Michelori a Siena e Marconato a Cantù

Massimo Bulleri

Treviso mette sul mercato gli americani tranne Wallace, trattiene ancora per un anno Donatas Motijeunas, come play ha preso il talentuoso serbo Stefan Markovic (Hemofarm Stada), si cerca un accordo con Daniel Hackett che partirebbe in panchina e la novità sarebbe il ritorno del 33enne Massimo Bulleri che da Treviso era passato a Milano e sarebbe quel giocatore-chiave esperto per cambiare ritmo. Se non gioca nella NBA la giovane star della Stella Rossa Bjelica, scelto da Washington e girato a Minnesota, sceglie Treviso per l’ultima sgrezzatura. Via libera a Davor Kus che come ruolo è un ibrido, la squadra sarà europeizzata tranne due ruoli coperti dagli Usa, quello del pivot e della guardia.

Valerio Amoroso

Intanto la Virtus Bologna ha acquistato da Teramo il pivot Valerio Amoroso, primo nei rimbalzi difensivi fra gli italiani e 3° come media-punti dietro Aradori e Di Bella con 12,24.  Siena  come cambio dei lunghi ha preso il casertano Andrea Michelori, 1° nel tiro da 2 (94-152, 61,84%), 1° nei rimbalzi offensivi e media-rimbalzi (5,18).

Denis Marconato

Siena aspetta la decisione di McIntyre la cui opzione scade il 30 giugno, e oltre al Panathinaikos si è fatta avanti anche Malaga. L’Olympiakos chiude con Jos Childress e tenta di strappare Romain Sato a Siena che conta dichiudere con Pietro Aradori sul quale punta anche Roma. Biella in versione austerity prende Massimo Cancellieri come coach (al posto di Luca Bechi) e da veroli se ne va anche Antonello Riva che passa a Caserta come gm. Infine Benjamin Eze forse accetterà le offerte che gli arrivano dalla Russia, il trasferimento in Spasgna sembra tramontato.

La NGC – Bennet Cantù comunica di aver siglato per la prossime due stagioni un accordo con il centro italiano di 211 cm Denis Marconato. L’intesa è stata possibile grazie agli ottimi rapporti che intercorrono tra la Montepaschi Siena e la Pallacanestro Cantù, rapporti che hanno permesso al giocatore di liberarsi dal contratto esistente con la Mens Sana senza il pagamento di alcun buy- out.

Comments (1) »

Presentata alla Villa Reale di Monza la Nazionale Maschile

Pianigiani: “Questi ragazzi hanno il fuoco dentro. Daranno tutto per la maglia azzurra”

“Nella mia Nazionale ci sono ragazzi che hanno il fuoco dentro e che daranno tutto per la maglia azzurra. Cammineremo tutti insieme per raggiungere i successi che vogliamo”. Così Simone Pianigiani, Capo Allenatore della Nazionale Maschile, alla conferenza stampa di presentazione della squadra che si svolta martedì 29 giugno presso la Villa Reale di Monza. Presentati da Giampiero Ticchi, Capo allenatore della Nazionale Femminile, anche i programmi della Nazionale Femminile, impegnata la prossima estate, così come la Nazionale Maschile, nelle qualificazioni per Eurobasket 2011.

La conferenza stampa è stata condotta da Gianluigi Paragone, vice-direttore di Rai Due e conduttore della trasmissione “L’Ultima parola”, che ha presentato allenatore, giocatori e staff azzurro più nella veste di tifoso che di giornalista. Era presente alla conferenza stampa anche Marco Mariani, sindaco di Monza.

“La pallacanestro è molto praticata dai ragazzi – ha aperto la conferenza stampa Dino Meneghin, presidente FIP – Dobbiamo partire dai giovani per far crescere il nostro movimento. Sappiamo che la strada è lunga, ma grazie ai nostri appassionati cresceremo in fretta. Sono contento che oggi siano presenti qui tanti maestri del passato come Sandro Gamba e Nicoletta Persi, perché per un futuro migliore dobbiamo guardare anche al nostro passato illustre”.

“La pallacanestro è uno sport moderno che guarda al futuro – ha affermato Simone Pianigiani, – ed io sono fiducioso per il nostro. Abbiamo un gruppo di ragazzi giovani che hanno tanto entusiasmo e grandi motivazioni. Sono convinto che trasmetteremo dei valori positivi alla gente. Non possiamo fare promesse se non quella che tutti daremo il massimo sin da subito per raggiungere il prima possibile risultati importanti. Qui ci sono ragazzi che hanno il fuoco dentro e che daranno tutto per la maglia azzurra. Per me è un onore poter allenare la Nazionale e questo gruppo. In Europa si vince facendo squadra. Spero che i ragazzi possano vincere giocando insieme, come una vera squadra. Ormai non esistono più formazioni deboli. Siamo in un girone molto difficile, ma noi staremo attenti ai particolari ed ai dettagli, perché sono questi a fare la differenza. Noi abbiamo un sogno, ma possiamo realizzarlo solo attraverso il lavoro, l’impegno ed il sacrificio. L’utopia è come l’orizzonte – ha concluso Pianigiani – sembra vicino ma non si raggiunge. Questo significa che dobbiamo continuare a camminare spediti tutti insieme verso la giusta direzione”.

“Lo scorso anno abbiamo vinto l’Oro ai Giochi del Mediterraneo – ha sostenuto Giampiero Ticchi presentando i programmi della Nazionale Femminile – conquistando un risultato importante dopo tanti anni. Abbiamo trasmesso alle persone un valore fondamentali nello sport, il senso di appartenenza alla maglia azzurra. Continuiamo a farlo e lo dimostra il fatto che alcune ragazze infortunate partiranno con noi per il ritiro a Cavalese per poter essere vicine alla squadra. C’è grande amore ed attaccamento alla maglia azzurra da parte di tutte le ragazze. Questo significa che grazie all’entusiasmo e alla passione possiamo fare cose importanti. Nonostante i buoni risultati ottenuti, vogliamo ancora crescere per entrare tra le grandi d’Europa. Non sarà facile qualificarsi agli Europei, ma noi abbiamo un sogno che vogliamo diventi realtà, partecipare ai Giochi Olimpici di Londra 2012. Daremo tutti il massimo per realizzare il nostro sogno”.

Premiato anche il massofisioterapista Sandro Galleani per i suoi 35 anni in Azzurro: “Auguro ai giovani qui presenti di diventare grandi – ha dichiarato Galleani – e poter vestire per molto tempo la maglia azzurra. Io per mia fortuna ho potuto lavorare per tanti anni nello staff della Nazionale. Devo ringraziare tante persone, perché è grazie a loro che sono arrivato così in alto. Ai ragazzi della Nazionale dico di impegnarsi e divertirsi, perché sono gli unici ingredienti che aiutano a vincere”.

Ufficio Stampa Fip

Leave a comment »

Melli sceglie l’Armani Jeans.

Nicolò Melli

AL MATTINO la maturità classica con ottimi esiti, al pomeriggio il contratto con la più gloriosa società del nostro basket, l’Olimpia. Ricorderà a lungo questo 28 giugno Nicolò Melli, talentone che a 19 anni ha deciso di fare un bel salto verso l’alto: addio Reggio Emilia, la città in cui è nato ed è arrivato in fretta alla LegaDue, buongiorno Milano, la metropoli che ha scelto come università di uno sport che un giorno potrebbe portarlo anche più lontano, avendo addosso già da tempo gli occhi della Nba.

IL LUNGO PASSO per uscire dal suo nido, Melli lo fa prendendo la via dell’Armani, società che ha battuto l’ottima concorrenza di Siena, Virtus e Montegranaro mettendo sul piatto un progetto tecnico importante, la prima cosa che il bimbo prodigio desiderava per il suo futuro: contratto di quattro anni, con la possibilità di uscire a metà cammino, la stessa cosa che gli è successa con la Pallacanestro Reggiana, che dalla sua partenza anticipata ora incasserà un buy-out di 220 mila euro.
Tutt’altro che una sorpresa, la scelta di Milano per Melli è la realizzazione di un desiderio coltivato fin da quando, quindicenne, fece passerella in quel Palalido che adesso Giorgio Armani ristrutturerà per essere premiato nientemeno che da Michael Jordan come miglior talento della sua età. Quel giorno, oltre a raccontare al mitico Air di avere una mamma vicecampionessa olimpica di volley (Julie Vollersten, argento a Usa ’84), il buon Nicolò cominciò a pensare che prima o poi su quel campo sarebbe potuto ritornare da protagonista. Per riuscirci ci ha messo un veloce salto dalle giovanili al professionismo, partite da trascinatore in LegaDue, un infortunio grave dal quale è ritornato più forte nel fisico e nella testa, oltre a tanto studio, come conferma un esame di maturità al quale si è presentato con una media superiore all’otto e la prospettiva di iscriversi adesso a giurisprudenza.

UN IDENTIKIT che lo ha fatto accostare a un altro bravo ragazzo come Gallinari, rispetto al quale ha caratteristiche e qualità diverse, ma adesso lo stesso percorso: a Milano il compito di scoprire se Nicolò Melli, terzo reggiano a vestire la gloriosa canotta dell’Olimpia dopo il compianto Borlenghi e il Montecchi di ventitrè anni fa, è il giocatore di grande futuro che fior di osservatori e tecnici hanno visto già da qualche anno. Lo dovrà dimostrare in un Armani che come secondo lungo lo ruoterà con Mancinelli e Maciulis accanto a Rocca, Petravicius e a un centro da acquistare, ritagliandosi anche allenamenti individuali fra gli impegni di campionato e coppa, magari confidando sull’esperienza di un allenatore di qualità come Giorgio Valli, che dopo la retrocessione con Ferrara ha scelto di fare il vice al suo vecchio amico Piero Bucchi.
Melli a Milano è anche un segnale importante da parte di una società che non può perdere altro tempo nella rincorsa a Siena: giusto guardare al presente, ma un occhio al futuro è doveroso tenerlo. Se questo significa puntare sul migliore della generazione ’91, c’è una nazione intera, nel senso di Nazionale, pronta a ringraziare.

tratto da Pianeta Basket

Leave a comment »