Archive for aprile, 2010

C dil. Playout – Spilimbergo si gioca la salvezza contro San Daniele

Sabato gara 1 in trasferta, mercoledì gara 2 in casa. Maiorana: «Soffriremo tutti assieme»

Graphistudio Spilimbergo

La salvezza tanto sperata per ora non è ancora arrivata. L’ultima posizione è stata evitata, ai danni dello Jadran Trieste ma Spilimbergo dovrà giocare i playout e vedersela con San Daniele per restare in C dilettanti. Non è bastato l’arrivo di coach Premier, ultimo tentativo di scuotere la squadra. Da quel momento in poi i mosaicisti ha collezionato 4 sconfitte e 2 vittorie. Purtroppo è stata un’annata negativa fin dall’inizio ma non bisogna guardarsi alle spalle, ora bisogna solo pensare a vincere questa sfida, parola di Francesco Maiorana presidente della Vis. «Adesso bisogna racimolare tutte le forze per affrontare questa sfida “dentro o fuori”. Tra l’altro molto sentita in quanto un derby, sarà un impegno molto importante e non facile». Entrambe le formazioni hanno chiuso il campionato con 20 punti al penultimo posto, il rammarico da parte di Spilimbergo è di aver sprecato troppo. «É uno scontro dal risultato aperto tra due squadre che faranno di tutto per restare in questa categoria. Saranno delle partite all’insegna dell’aggressività, i valori tecnici in questo caso vengono un po’ meno, ciò che prevale sarà l’agonismo». Ricordiamo che all’inizio la squadra era data per una delle favorite alla promozione, poi i risultati negativi hanno ribaltato la situazione. Prima l’esonero di Zanon con il successivo ingaggio di Beretta. Nel mercato di riparazione è stato acquistato Bortoluzzi e ceduto in prestito al Rorai Bonato. Ed infine a metà marzo l’esclusione dalla rosa di Meneghin e le dimissioni di Beretta, con l’arrivo di Premier al suo posto. Nonostante tutto la Vis non è mai riuscita ad essere domata. «É una squadra difficile da comprendere completamente. Basti pensare che è stata capace di battere formazioni del calibro di Pordenone, Caorle e Gorizia giocando due partite splendide con grinta e

Francesco Maiorana - Presidente

gioco di squadra salvo poi perdere partite molto più abbordabili come ad esempio a Montebelluna, sconfitti senza lottare e l’ultima in casa contro Venezia dove ci siamo sciolti alle prime difficoltà». Gara 1 è prevista a San Daniele per questo sabato, gara 2 si giocherà mercoledì a Spilimbergo e un’eventuale gara 3 si disputerà sempre a San Daniele che, a causa degli s

contri diretti in campionato sulla Vis, possiede il fattore campo. «Succede tutto in una settimana, e questa è una buona cosa perché così la tensione tra una partita e l’altra non si diluisce. Ciò che serve a questa squadra per salvarsi è quello che serve a qualsiasi formazione nei momenti decisivi ed importanti di una stagione cioè soffrire tutti insieme per un obiettivo

comune, spirito di sacrificio».

Alessandro Mecchia

tratto da “Il Popolo” del2 maggio 2010

Comments (2) »

Playoff Serie D – Portogruaro vs Kontovel

Vepral Portogruaro

Dopo una settimana meritata di riposo, Portogruaro si appresta a continuare i playoff di serie D. Archiviato il capitolo Fogliano i veneti in semifinale affronteranno il Kontovel. I triestini sono gli artefici dell’eliminazione del San Vito e hanno festeggiato il passaggio del turno in casa dei giallo neri dopo una gara conclusasi con un tiro da tre allo scadere da parte di Paoletic. Quest’ultimo è uno degli uomini da tenere più d’occhio, tiratore mortifero che può fare la differenza. Insieme a lui, la squadra di coach Gerjevič può fare affidamento ad un gruppo di giovani molto promettenti, tra i quali spicca Ban (classe 1992 per 192 cm) molto versatile e bravo tecnicamente. Una formazione molto aggressiva e determinata sia in attacco che in difesa con il playmaker Švab molto pericoloso nel penetrare le difese avversarie e concludere o scaricare. La Vepral è l’unica squadra rimasta del girone rosso (Sistema, San Vito e Gemona eliminate ndr) e coach Fantin da parte sua ha una squadra capace di perdere solo 2 volte in campionato e molto ben costruita e affiatata. L’unica incognita è Grion – che sta facendo i salti mortali per recuperare dall’infortunio – in dubbio per la partita prevista per domenica alle 17.30 a Porto.

Alessandro Mecchia

tratto da “Il Popolo” del2 maggio 2010

Comments (2) »

Under 19, Sistema alle finali nazionali

31 MAGGIO – 6 GIUGNO Coach Romanin: ” Ci manca la fisicità ma non il talento”

Tra gli avversari Bologna, Treviso, Montepaschi Siena e Bergamo

Sistema Basket Under 19

Il Sistema è alle finali nazionali di Bologna, in programma dal 31 maggio al 6 giugno. L’ultima squadra di Pordenone a livello under 19 erano stati gli Amici del basket (Cipolla, Serrao, Dacic, Lovatini, Pighin) nel 2000 a Reggio Calabria, sempre con coach Marco Romanin, allenatore della formazione attuale. «È una grossa soddisfazione perché essersi qualificati alla finali Under 19 vuol dire essere arrivati al massimo a livello giovanile. È il campionato più importante, quello che poi proietta i giocatori verso le prime squadre». Un obiettivo prestigioso se si pensa alle avversarie importanti battute da Pordenone che riscatta anche la delusione dello scorso anno. «La squadra ha saputo fare tesoro dell’esclusione dell’anno scorso. Abbiamo messo a frutto questa esperienza e siamo partiti fino da agosto con l’obiettivo di raggiungere le finali. Siamo stati bravi perché abbiamo fatto meglio di tanti club professionisti come Varese, Venezia, Virtus Siena e questo è un motivo di grande vanto». Ora alle finali, i ragazzi di Romanin se la vedranno con i migliori team italiani e non sarà facile. «Le squadre adesso sono tutte molto forti, ci sono 4 squadre che sulla carta sono più forti cioè Bologna (che organizza il torneo in casa), Treviso che è campione uscente, Montepaschi Siena e Bergamo. Le altre sono più o meno allo stesso livello, ogni partita sarà una battaglia. Essere arrivati a questo punto è motivo di grande orgoglio, tutto quello che verrà in più sarà fantastico». Purtroppo ora il tasso fisico e atletico si alza, e ciò che manca sono soprattutto i centimetri. «Più si va in alto più la fisicità la fa da padrone. La mia preoccupazione più grande è la prestanza fisica in cui noi siamo inferiori». Il Sistema dovrà puntare sul gioco di squadra e sull’intensità sia in attacco che in difesa grazie anche ad un gruppo molto talentuoso. «Il nostro punto forte è che non c’è un giocatore singolo ma abbiamo un gruppo di giocatori bravi, tutti hanno una pericolosità offensiva e si difende forte tutti insieme. Ognuno a servizio dei propri compagni».

Alessandro Mecchia

tratto da “Il Popolo” del2 maggio 2010

Leave a comment »

Tutte le ipotesi di parità per la Snaidero dopo l’ultima giornata

Tutte le ipotesi di parita’ alla 30° giornata per la Snaidero che sarà impegnata a Pistoia contro la Carmatic. Tenendo ovviamente conto che l’Enel Brindisi è matematicamente prima e già promossa in Serie A, mentre Latina è matematicamente 16° e già retrocessa in Serie A Dilettanti.

36 CASALE MONFERRATO – REGGIO EMILIA – SASSARI – VEROLI – UDINE
Ipotesi impossibile, Reggio e Veroli non possono arrivare a pari punti per lo scontro diretto in programma all’ultima giornata.

36 REGGIO EMILIA – SASSARI – VEROLI – UDINE
Ipotesi impossibile, Reggio e Veroli non possono arrivare a pari punti per lo scontro diretto in programma all’ultima giornata.

36 CASALE MONFERRATO – SASSARI – VEROLI – UDINE
3 SASSARI 4 vittorie 1-1 con Casale e + 12 diff canestri
4 CASALE 4 vittorie 1-1 con Sassari e -12 diff canestri
5 VEROLI 2 vittorie 1-1 con Udine +6 diff canestri
6 UDINE 2 vittorie 1-1 con Veroli -6 diff canestri

36 CASALE MONFERRATO – REGGIO EMILIA – VEROLI – UDINE
Ipotesi impossibile, Reggio e Veroli non possono arrivare a pari punti per lo scontro diretto in programma all’ultima giornata.

36 CASALE MONFERRATO – REGGIO EMILIA – SASSARI – UDINE
3 4 SASSARI 4 vittorie
4 CASALE 3 vittorie 1-1 con Reggio +14
5 REGGIO 3 vittorie 1-1 con Reggio +14 con Casale e -14 diff canestri
6 UDINE 2 vittorie

36 SASSARI – VEROLI – UDINE
4 SASSARI 3 vittorie
5 VEROLI 2 vittorie
6 UDINE 1 vittoria

36 REGGIO EMILIA – VEROLI – UDINE
Ipotesi impossibile, Reggio e Veroli non possono arrivare a pari punti per lo scontro diretto in programma all’ultima giornata.

36 REGGIO EMILIA – SASSARI – UDINE
4 SASSARI 3 vittorie
5 REGGIO 2 vittorie
6 UDINE 1 vittoria

36 CASALE MONFERRATO – VEROLI – UDINE
4 CASALE 3 vittorie
5 UDINE 2 vittorie
6 VEROLI 1 vittoria

36 CASALE MONFERRATO – SASSARI – UDINE
Ipotesi impossibile, con queste due squadre anche una tra Reggio e Veroli

36 CASALE MONFERRATO – REGGIO EMILIA – UDINE
4 CASALE 2 V quoz. Canestri 1,0579
5 UDINE 2 V quoz. Canestri 0,9928
6 REGGIO 2 V quoz. Canestri 0,9528

36 VEROLI – UDINE
5 VEROLI 1-1 +6 diff can
6 UDINE 1-1 -6 diff can

36 SASSARI – UDINE
Ipotesi impossibile, con queste due squadre anche una tra Reggio e Veroli

36 REGGIO – UDINE
5 UDINE 1-1, differenza canestri pari, quoziente canestri globale 1,0311
6 REGGIO 1-1, differenza canestri pari, quoziente canestri globale 1,0162

36 CASALE MONFERRATO – UDINE
Ipotesi impossibile, con queste due squadre anche una tra Reggio e Veroli

34 UDINE – VIGEVANO
6 VIGEVANO 1-1 +1 diff can
7 UDINE 1-1 -1 diff can

tratto da snaiderobasketball.com

Leave a comment »

Šakota, nuovo bollettino medico

Dušan Šakota

Continua la degenza in Rianimazione per l’ala della Scavolini Spar, Dusan Sakota. Le condizioni cliniche generali sono stazionarie anche se continua il monitoraggio della lesione duodenale. “E’ molto stanco e provato, ma collabora e quando ha bisogno di qualcosa lo chiede – precisa il primario di Rianimazione Filiberto Martinelli – Le sue condizioni cliniche restano stabili”. Prossimo bollettino medico ore 12 del 30 aprile

dal sito di Legabasket

Leave a comment »

Evans Best Rookie

Tyreke Evans

Tyreke Evans nominato Rookie of The Year 2010. Notizia scontata, nell’aria già da molto. Questo ragazzo del 1989, playmaker dei Sacramento Kings fa ben sperare la franchigia (una delle peggiori della lega) per il futuro. Ora starà alla dirigenza costruire attorno a lui un team competente.  Evans appare già devastante, 4° scelta assoluta dietro a Griffin (infortunato tutto l’anno), Thabeet (deludente) e Harden, il play ha tenuto delle medie incredibili per una matricola (20.1 ppg – 5.3 rpg – 5.8 apg). Evans, entra di diritto nell’elite dell’Nba grazie a queste medie perchè solo altri tre giocatori in tutta la storia hanno vantato da matricole almeno 20 punti 5 rimbalzi e 5 assist per partita: Oscar Robertson, LeBron James e Michael Jordan. Se il buongiorno si vede dal mattino………

Leave a comment »