Posts tagged Free Agent

McGrady non accetta un ruolo secondario e i Bulls lo scaricano

Tracy McGrady

Sono bastate meno di 12 ore a Tracy McGrady per fargli cambiare completamente idea sul suo futuro nei Chicago Bulls. Finita la sessione di prove con i Bulls Ieri, come abbiamo riportato, T-Mac parlava usando il “noi” quando si esprimeva sulle potenzialità di Chicago quasi con l’assoluta certezza di essere ad un passo dal trovare un accordo con i sei volte campione NBA. Potendo contare su di uno stretto legame d’amicizia fra il suo agente ed il presidente dei Bianco-Ross,i l’ex-Magi,c sperava di arrivare già oggi ad un accordo scritto. Le previsioni, però, si sono rivelate completamente sbagliate a causa delle condizioni fisiche di Tracy: al contrario di quanto si potesse immaginare, infatti, lo staff medico non ha riscontrato nessun problema a livello fisico quindi può eseguire qualsiasi tipo di movimento risultando privo di dolori a schiena o ginocchio. Conscio di essere finalmente al 100% e completamente ristabilito, però, McGrady non soddisfa il secondo requisito fondamentale dei Bulls: accettare un ruolo di realizzatore secondario partendo dalla panchina. Le prime bocche di fuoco continueranno ad essere Derrick Rose, Loul Deng con l’aggiunta di Carlos Boozer (lo scorso anno non c’era nessun lungo così “presente” in fase offensiva) perciò McGrady avrebbe dovuto accontentarsi del ruolo di “secondo violino” lasciando spazio ai colleghi e sacrificandosi in difesa (coach Thibodeau è noto per chiedere il massimo da tutti a prescindere dal ruolo in attacco). Incapace di accettare queste condizioni oggi, come una gola profonda targata Chicago rende noto, le chance di vederlo arrivare ad un accordo con i Bulls sono scese allo 0%. Intervistato dalla stampa l’ex-Raptors/Magic/Rockets/Knicks non risponde alle domande dirette, ma a chi gli chiede se è pronto ad accettare un ruolo marginale risponde: Non avrei nessun problema, ma non è quello che sto cercando. Ok provengo da una stagione difficile, se fossi il giocatore visto alla fine dell’altranno con gli Knicks allora sarei pronto a partire dalla panchina e ad accettare ogni condizione. Ma ho lavorato davvero duramente e sono molto distante da quel tipo di giocatore. Credetemi. Sono migliorato parecchio e da qui al training camp sono sicuro che riuscirò a dimostrare di essere ancora uno da quintetto iniziale”. L’unica altra squadra interessata (almeno pubblicamente) a lui erano i Clippers che, però, sembrano ad un passo dall’accordo con Rasual Butler dunque restiamo in attesa di svolgimenti sul futuro di McGrady.

tratto da joeiverson.com

Leave a comment »

Minnesota firma Ridnour, i Bobcats Livingston

Minnesota firma Luke Ridnour. Il bianco play ex Sonics, dopo aver disputato un’ottima stagione alla corte di coach Skiles a Milwaukee, non vuole più fare il cambio di Jennings e ha accettatol’offerta dei T-Wolves. Il prodotto di Oregon ha firmato un quadriennale da 16 milioni di dollari. Nell’ultima stagione Luke ha collezionato 10.4 punti e 4 assist di media in 21 minuti scarsi, giocando tutte e 82 le partite senza mai partire titolare.

Gli Charlotte Bobcats hanno riempito il buco lasciato da Raymond Felton nello spot di playmaker con Shaun Livingston in uscita da Washington. Il play ex Wizards e Clippers ha firmato un contratto biennale di 7 milioni di dollari.

Proprio Raymond Felton, uscito da Charlotte ha firmato per i Knicks, contratto biennale da 15.8 milioni di dollari.

Leave a comment »

Nba: un po’ di scambi e firme

I Miami Heat stanno creando il supporting cast dei big three. I soldi rimasti sono quelli che sono quindi le firme non saranno proprio eccellenti. L’affare più interessante e gradito sicuramente da Wade è la riconferma di Udonis Haslem, grande protagonista delle ultime stagione insieme a flash. L’ala degli Heat ha firmato un quinquennale da 20 milioni di dollari.

La seconda firma è quella di Zydrunas Ilgauskas. Il centro raggiunge il suo compagno di squadra a Cleveland LeBron James. Il lituano ha siglato un contratto di 2 anni a 2.8 milioni di dollari.

Da Miami una delle tante partenze. Dorrel Wright, ala giovane e atletica, passa ai Golden State Warriors. L’ex Heat ha firmato un triennale da 11 milioni di dollari.

L’altra partenza è quella di Quentin Richardson, che passa da Miami ad Orlando. Quindi i Magic si assicurano un tiratore dopo la quasi sicura perdita di J.J. Redick.

I Nets hanno firmato il free agent Anthony Morrow con una sign and trade con i Warriors. A Golden State andrà una seconda scelta al prossimo draft. il contratto siglato è un triennale da 12 milioni di dollari.

Tyson Chandler alla fine è stato scambiato, ma non nella squadra che pensava. Dopo la trattativa fallita coi Raptors, Charlotte manda Chandler e Alexis Ajinca ai Dallas Mavericks in cambio di Erick Dampier, Eduardo Najera e Matt Carrol.

Infine i Minnesota Timberwolves hanno spedito Al Jefferson nello Utah (dopo rimpiazzerà Carlos Boozer) in cambio di Kosta Koufos e due prime scelte future.

Leave a comment »

I Suns prendono Turkoglu e Childress

Turkoglu

Si muovono ancora le acque del mercato NBA: stavolta a cambiare faccia sono i Phoenix Suns che dopo aver perso la stella Amare Stoudmire finito ai New York Knicks acquisiscono dai Toronto Raptors il turco Hedo Turkoglu in cambio del brasiliano Leandro Barbosa e dell’ala Dwayne Jones. I Raptors hanno intenzione di acuistare Boris Diaw da Charlotte e spedire Jones ai Bobcats.

Childress

L’altra grande novità nel deserto dell’Arizona è l’arrivo dall’Olimpiakos di Josh Childress che dopo due anni in Grecia lascia il palcoscenico europeo per tornare nella NBA. L’ala guadagnerà 34 milioni di dollare per 5 anni. Oltre ad aver perso Barbosa i Suns perderanno quasi sicuramente anche Admundson.

Leave a comment »

Continuano le firme dei free agents “minori”

Chicago, che ha firmato Boozer, si è assicurato il tiratore, sempre da Utah, Kyle Korver. Si sarebbe accordato per un triennale dal valore di 15 milioni di dollari. Nel progetto di squadra ideata da Tom Thibodeau, assunto come capo allenatore in seguito al licenziamento di Del Negro, gli specialisti del tiro dalla lunga distanza sembrano destinati a giocare un ruolo fondamentale dunque i Bianco-Rossi, oltre al già citato Korver, si sono accordati con un altro “professionista” del campo: J.J. Redick. L’ingaggio siglato con i Bulls prevede 20 milioni di dollari spalmati in tre anni.

Ben Wallace ha rifirmato per i Detroit Pistons. Il centrone trentacinquenne, che vuole chiudere la carriera con la sua squadra guadagnerà 1.9 milioni di dollari a stagione.

Jordan Farmar, fresco campione con i Lakers, ha firmato con i New Jersey Nets che hanno firmato anche il centro Petro. (e meno male che volevano prendere LeBron).

Leave a comment »

Nba: un po’ di scambi dopo “The Decision”

I Los Angeles Clippers hanno firmato i free agents Randy Foye e Ryan Gomes. Foye, che ha giocato per quattro stagioni, una media di 10,1 punti, 3.3 assist e 1.9 rimbalzi in 70 partite per i Washington Wizards della scorsa stagione. Gomes, ha giocato per cinque stagioni, una media di 10.9 punti e 4.6 rimbalzi in 76 partite per Minnesota. E ‘stato scambiato da Minnesota a Portland il mese scorso ma poi era stato tagliato.

Una persona a conoscenza della transazione ha detto alla Associated Press nella tarda notte di giovedì che gli Heat hanno deciso di mandare Michael Beasley ai Timberwolves per una futura scelta al secondo giro nel draft 2011 e uno scambio di future scelte al primo turno. La persona ha chiesto l’anonimato perché l’affare non è stato ufficialmente annunciato. Questa mossa servirebbe per liberare ancora più spazio salariale dopo che James ha annunciato che giocherà per gli Heat.

David Lee è diretta da New York Knicks ai Golden State Warriors in un affare sign-and-trade. Mark Bartelstein ha detto Lee avrà una durata di sei anni, 80 milioni dollari contratto. La Knicks riceveranno in avanti Anthony Randolph,  e Ronny Turiaf.

Leave a comment »

And LeBron goes to…………….MIAMI!!!!!!!!!!!

LeBron James in diretta su Espn

“Ho preso la mia scelta questa mattina, ho pensato ai miei sogni e ho fatto questa scelta perché mi da l’opportunità di vincere il campionato”. LeBron raggiunge Dwayne Wade e Chris Bosh ai Miami Heat di Erik Spoelstra. Il “big three” è formato. Ora sarà interessante vedere chi Pat Riley affiancherà a questi tre enormi talenti. Gli Heat possono veramente diventare una franchigia dominante per molto molto tempo!!!

Dwayne Wade - Chris Bosh - LeBron James

Leave a comment »