Finale Nazionale U19. Prima giornata gruppi C e D. La Virtus Bologna soffre ma vince

Gruppo C

Sipam Cantù – Virtus Roma 75-60

Cantù vince la gara d’esordio del raggruppamento contro la Virtus Roma e conquista i primi due punti. Dopo un avvio incerto e una buona parte centrale di gara la squadra di coach Lambruschi doma il ritorno degli avversari e chiude la gara.
Parte benissimo la formazione capitolina, che trova in Staffieri la sua bocca di fuoco e in Marchetti la mente. L’allungo dura il tempo di un quarto, il primo (21-16). Poi Cantù comincia a produrre gioco e trovare una straordinaria varietà di soluzioni, mandando in crisi la difesa di Roma.
In attacco i virtussini fanno fatica e il 21-9 della seconda frazione ne è la netta testimonianza.
Nell’ultima parte del terzo quarto Roma ritorna alla grande, grazie alla difesa e alla ritrovata vena del braccianese Marchetti: da –12 la squadra di coach Prosperi risale fino a –3 (49-47) a meno di due minuti dalla fine. Il nuovo sorpasso giallorosso arriva in apertura di ultimo quarto con Mattia Panunzio (50-49). L’inerzia cambia ancora, e questa volta definitivamente, a favore di Cantù, che rinunciando al suo punto di riferimento lettone Dukulis (top scorer con 14 punti) trova ottime cose da Abass (12) e Corno (16). Roma non ha più la forza di opporsi e cede 75-60.

Benetton Treviso – Pallacanestro Palestrina 73-52

Chili, centimetri e talento. La Benetton Treviso comincia col piede giusto il proprio cammino. Gara fuori dalla portata di Palestrina, che pure mostra l’ormai nota faccia tosta. Con gli oltre due metri di Gaspardo e Quarisa e con le mani e la presenza del bulgaro Ivanov e del croato Mazic sono subito guai per la squadra di coach Galetti. 22-10 il parziale del primo quarto. Mai fidarsi di Palestrina, che con il cuore rientra sfruttando il devastante impatto sulla partita da parte di Federico Cara, che con tre triple consecutive porta Palestrina a contatto ravvicinatissimo con gli avversari (26-23). Il primo tempo si conclude 35-30 per i ragazzi di Vertemati. Non dev’essere stato molto contento dei suoi il coach dei trevigiani ma quello che deve aver detto negli spogliatoi dev’essere stato convincente: la Benetton comincia il secondo tempo col massimo vantaggio (46-30). Pressano i ciociari ma il roster dei biancoverdi è troppo profondo e la gara va in ghiaccio già con la fine del terzo quarto. MVP capitan Quarisa, autore di una prestazione sontuosa con una doppia doppia (20 punti + 19 rimbalzi).

Il calendario

Martedì 31 maggio
Ore 19.00 Sipam Cantù – Pallacanestro Palestrina
Ore 21.00 Pallacanestro Palestrina – Benetton Treviso

Mercoledì 1 giugno
Ore 21.00 Sipam Cantù – Benetton Treviso
Ore 21.00 Virtus Roma – Pallacanestro Palestrina

Gruppo D

UGF Banca Virtus Bologna – Pool Eurobasket Roma 83-73

L’UGF Banca Virtus Bologna inizia con una vittoria sofferta ma meritata la sua avventura per tenersi stretto lo Scudetto di categoria. Contro un Eurobasket mai domo i virtussini devono sudare sette camicie ma alla fine hanno la meglio.
Primo quarto praticamente perfetto per l’Eurobasket, che tiene testa ai campioni d’Italia in carica quasi in tutto per tutto. Il quasi parla svedese ed è il vero fattore della Virtus Bologna: Viktor Gaddefors appare veramente di un altro pianeta e guasta con la sua potenza e le sue penetrazioni devastanti i piani tessuti da coach Briscese. Non che le V Nere siano solo lui ma le sue progressioni sono inarrestabili. Dopo 9 minuti di battaglia serrata i romani lasciano qualcosa nell’ultimo giro di lancette. Landi approfitta e con una tripla chiude il parziale 29-18.
Il secondo quarto comincia con le braccia lunghe di Matteo Pierangeli che mette a segno un gioco da quattro ma la Virtus tira dritto e tiene costanti le distanze. Dal canto loro i romani non hanno intenzione di fare da sparring partner e con grande grinta le provano tutte. Il secondo quarto va in archivio col punteggio di 44-35. Irriducibile, l’Eurobasket si prende ancora le luci della ribalta nella terza frazione: Tomasello batte Gaddefors andando a canestro e subendo il fallo: la sua realizzazione vale il –4 (51-47) a metà quarto. Ora la gara viaggia sui binari dell’equilibrio anche se le V Nere tengono l’inerzia dalla propria: 61-58 prima degli ultimi 10 minuti.
Inizio da favola per i romani, che con Tomasello e Berardinelli si portano meritatamente avanti (63-61) ma Gaddefors ha ancora cartucce da sparare e con una tripla controsorpassa. E’ senza dubbio la miglior gara di giornata. Il maggiore tasso tecnico dei bolognesi torna a pesare nel finale, quando la squadra di coach Sanguettoli costruisce anche tatticamente un nuovo +7 ma è un immenso Pierangeli a rimettere nuovamente tutto in discussione (74-70). Il colpo del ko Virtus non arriva mai perché l’Eurobasket non ne vuol proprio sapere di essere contata. Capitan Vaiani suona la carica per i romani, ma i campioni in carica di Bologna sono ormai sicuri del loro +10 (83-73) a 30 secondi dalla fine. Roma esce a testa altissima mentre la Virtus ricomincia laddove aveva lasciato…

Stella Azzurra – Banca Sella Biella 58-75

Biella batte la Stella Azzurra Roma e appaia la Virtus Bologna in testa alla classifica del Gruppo D.
Si sapeva che i romani avrebbero fatto fatica senza il grande apporto di Bruno Ondo Mengue, infortunatosi al perone e quindi out, ma la Stella poteva comunque contare su un collettivo di grande valore e su alcuni elementi estremamente interessanti come Fallucca, Delle Cave e Ferraiuolo. Sulla sponda opposta Biella, arrivata a Cividale dai concentramenti di Campobasso, poteva contare sulla fisicità di Lombardi e sulle mani dello svedese Magarity e dei nazionali De Vico, Laganà e Stassi. Primo quarto a favore di Biella, che chiude i primi 10 minuti 24-18. Anche il secondo quarto si chiude nettamente a favore dei piemontesi, che infliggono un pesante 16-9 agli avversari. Sembra tutto finito ma la gara si riapre nel secondo tempo con una reazione d’orgoglio dei capitoli trascinati dal bomber Fallucca. Nel corso dell’ultimo quarto, il coach stellino D’Arcangeli viene espulso, lasciando così la panchina agli assistenti Lorenzo Ricci e Matteo Picardi. Biella strozza il tentativo di rimonta degli avversari sbagliando poco nella parte centrale dell’ultimo quarto e chiude senza affanni la gara, regalandosi il match contro l’Eurobasket nella seconda giornata.

Il calendario

Martedì 31 maggio
Ore 15.00 UGF Banca Virtus Bologna – Stella Azzurra
Ore 17.00 Pool Eurobasket Roma – Banca Sella Biella

Mercoledì 1 giugno
Ore 19.00 UGF Banca Virtus Bologna – Banca Sella Biella
Ore 19.00 Pool Eurobasket Roma – Stella Azzurra

Ufficio Stampa Fip

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: